Home
FIRMA CONTRO LA PLASTICA, PETIZIONE ALL'EUROPA. PDF Stampa E-mail

Ciao mautizio,

il Parlamento europeo sta per votare una nuova normativa per limitare l'uso di materie plastiche monouso, ma se gli eurodeputati non colmeranno i vuoti legislativi che restano in questa normativa, le aziende che inquinano smaltendo in modo scorretto la plastica potrebbero passarla liscia.

I membri della Commissione per l'Ambiente del Parlamento europeo hanno appena approvato una definizione di "plastica monouso" che consjavascript:;ente a chi inquina di commercializzare prodotti plastici inquinanti usa e getta come "riutilizzabili". [1] Ad esempio, le aziende potrebbero mettere in commercio una bottiglia d'acqua in plastica o un contenitore per il cibo da asporto come riutilizzabile, anche se non prevedono che venga riciclato.

Se da un lato alcune delle modifiche apportate alla legislazione dalla Commissione ambiente sono positive, questo nuovo vuoto legislativo potrebbe inficiare seriamente la normativa. Gli eurodeputati favorevoli alla plastica possono cercare di indebolire ulteriormente le regole e di allargarne le maglie per consentire alle multinazionali di non spendere un soldo per rimediare allo spreco dei rifiuti di plastica. Potrebbero anche cercare di rendere la definizione di "plastica monouso" ancora più restrittiva, consentendo in tal modo alle società inquinanti di sfuggire completamente alla nuova legge.

I deputati europei possono ancora proporre modifiche prima della votazione della prossima settimana per assicurarsi che il Parlamento riempia questo vuoto, ma il tempo stringe! Se riusciremo a dimostrare che i cittadini europei sono favorevoli a norme più rigide, potremmo far correggere queste scappatoie legali e difendere la proposta legislativa dagli attacchi dei parlamentari favorevoli alla plastica.

Chiedi al Parlamento europeo di correggere la direttiva sulla plastica!

Tutti gli eurodeputati sanno che le elezioni europee sono dietro l'angolo e che i loro elettori ne osservano l'operato. Se ognuno di noi si rivolge personalmente ai propri deputati eletti, questi si troveranno di fronte a una rivolta contro la plastica che nasce direttamente dai loro elettori!

Insieme, possiamo convincere l'Ue ad adottare le misure di cui abbiamo così disperatamente bisogno contro i rifiuti di plastica e per rendere il mondo più accessibile. Le persone con disabilità legate o meno alla mobilità devono usare le cannucce di plastica, che hanno qualità di flessibilità e resistenza alla temperatura. Pur dovendone tenere conto, gli europarlamentari non possono sfruttarli come scusa per difendere le società che inquinano.

Firma ora per riempire il vuoto normativo della direttiva sulle materie plastiche!

La nostra campagna dello scorso anno è stata fondamentale per far decollare la direttiva sulle materie plastiche monouso. Dopo che più di 750.000 tra di noi hanno chiesto all'Ue di intervenire sulle materie plastiche, la nostra comunità ha raccolto fondi per portare il nostro messaggio ancora più lontano. Abbiamo coperto Bruxelles di cartelloni con immagini di grande impatto sullo stato dei nostri oceani e della fauna selvatica invasi dai rifiuti di plastica, e nel giro di pochissimo la Commissione ha proposto nuove ambiziose regole.

Adesso è finalmente giunto il momento del voto della proposta da parte del Parlamento europeo. Permetteranno a una proposta lacunosa e farraginosa di diventare legge, o proteggeranno il nostro ambiente con una legge forte che impone responsabilità alle società che inquinano? Aiutiamoli a decidere: fai sapere ai tuoi candidati, a coloro che voti, che hai profondamente a  cuore la questione dell'inquinamento di plastica.
 

Grazie per tutto quello che fai,

Virginia, Mika, Jörg e tutta la squadra di WeMove.EU
 

PS: L'Europa è il secondo produttore di plastica al mondo e il nostro, già vasto, uso di prodotti in plastica aumenta sempre più. [2] Ogni anno almeno 8 milioni di tonnellate di plastica finiscono negli oceani: l'equivalente di un camion di rifiuti ogni minuto! [3] Firma ora per dire al Parlamento europeo di fermare questa situazione.

Riferimenti
[1] https://eeb.org/plastic-producers-could-market-single-use-items-as-reusable-to-dodge-eu-ban/
[2] https://www.plasticseurope.org/en/newsroom/press-releases/european-plastics-industry-continues-its-stable-trend-continuation-its-recovery
[3] https://www.weforum.org/agenda/2016/10/every-minute-one-garbage-truck-of-plastic-is-dumped-into-our-oceans/