Home
Eventi


FIRMATE CONTRO I PESTICIDI. LA BAYER NON VUOLE FARVELI CONOSCERE. PDF Stampa E-mail

Ciao mautizio,

La prossima settimana il Parlamento europeo voterà su una legge che potrebbe vietare il glifosato in Europa, rendendo pubblici studi e ricerche rimasti segreti troppo a lungo. [1]

Questi studi scientifici sono stati fondamentali per la nostra lotta contro l’uso del glifosato. Le lobby dei pesticidi affermavano di poter dimostrare che il glifosato fosse "sicuro", ma hanno tenuto segreti questi “studi” ai cittadini e agli scienziati indipendenti. Proprio sulla base di queste ricerche di settore l'UE ha consentito l'uso del glifosato per altri cinque anni. [2]

La scorsa settimana eurodeputati del comitato per la tutela dell’ambiente hanno discusso una legislazione che porrebbe fine alla segretezza di questi studi. La votazione ha avuto risultati molto stretti perché le lobby stanno facendo forti pressioni sui nostri Parlamentari per far deragliare la proposta.

Le lobby del settore vogliono impedirci di leggere questi studi e ritardarne la pubblicazione fino al completamento della valutazione UE!Questa settimana i nostri eurodeputati voteranno per rendere questi studi pubblici: se tutti noi firmiamo la petizione possiamo assicurarci la trasparenza nel nostro sistema alimentare!

Questa è l’ultima chance al Parlamento europeo. Abbiamo bisogno del vostro aiuto fino alla fine! La scorsa settimana, la comunità di WeMove ha sommerso gli eurodeputati con messaggi che dimostrando l'ampio sostegno a favore della trasparenza nel nostro sistema alimentare.

Dalle risposte degli eurodeputati e dai voti della commissione per la tutela dell’ambiente abbiamo visto l’impatto che possiamo avere insieme. Adesso ci serve un’ultima spinta. Con le elezioni europee alle porte, i parlamentari devono proteggere la sicurezza del nostro cibo per i cittadini e non i segreti delle multinazionali!

Firma ora per la trasparenza nel nostro sistema alimentare!

Cambiare la legislazione alimentare è un ambiziosa sfida alle lobby dell'industria europee. Se questa legislazione sarà approvata, avremo finalmente gli strumenti per opporci alla Bayer, alla Monsanto e ai loro simili ogni volta che il glifosato e altre sostanze chimiche pericolose saranno sottoposte all'UE per essere legalizzate.

Questi cambiamenti non arrivano da soli: si tratta di una conseguenza diretta all'iniziativa dei cittadini europei (ICE) per la messa al bando del glifosato, su cui abbiamo lavorato senza sosta per un intero anno. Abbiamo chiesto di "garantire che la valutazione scientifica dei pesticidi per l'approvazione dell'UE si basi solo su studi pubblici..." [3]

Considerata la nostra mobilitazione di massa, l'UE vuole dimostrare di essere sensibile alle richieste dei cittadini in materia di trasparenza e sicurezza alimentare. Ma lo è davvero? La Commissione ha proposto di rivedere la legislazione alimentare generale, ma anche gli europarlamentari devono esprimere il proprio voto favorevole. [4] Purtroppo, alcuni deputati europei subiscono ancora l'influenza della lobby dell’industria alimentare. Facciamogli vedere che non molliamo e che guarderemo la loro votazione da vicino. Se il loro voto sosterrà le lobby e deluderà i cittadini, lo ricorderemo quando toccherà a noi votare in occasione delle elezioni europee.

Firma per fermare i giochi di potere delle multinazionali!

Sono passati più di due anni da quando la nostra comunità ha lanciato una massiccia campagna su scala europea per bandire il glifosato. Da allora, abbiamo influenzato il dibattito in tutta Europa, ottenuto ulteriori restrizioni sul glifosato in una serie di paesi dell'UE, e abbiamo tenuto le lobby sulle spine. [5] Se riusciremo a far passare questa norma, avremo molti più strumenti per contrastare il glifosato e le altre sostanze chimiche dannose che potrebbero insinuarsi nella nostra catena alimentare in futuro.

Grazie per aver scelto di supportare questa battaglia,

Giulio (Roma), Virginia (Madrid), e il resto del team di WeMove.EU

PS: La prossima decisione sul glifosato avverrà a breve. Se otteniamo questa nuova legge, possiamo assicurare che l’UE pubblica i test di sicurezza che presenterà Monsanto - adesso Bayer - il prossimo anno per farsi rinnovare l’uso del glifosato. Non appena avremo accesso a questi test potremo assumere i migliori scienziato indipendenti per analizzarli! Se vogliamo mettere al bando per sempre il glifosato dobbiamo poter accedere agli studi che le lobby vogliono mantenere segreti. Firma adesso per chiedere al tuo eurodeputato di votare e sostenere la nostra battaglia!

 

Riferimenti:
[1] http://ec.europa.eu/citizens-initiative/public/initiatives/successful/details/follow-up/2017/000002/en?lg=en https://eur-lex.europa.eu/legal-content/EN/TXT/PDF/?uri=CONSIL:ST_8518_2018_INIT&from=EN
[2] http://ec.europa.eu/citizens-initiative/public/documents/3496/DS_Annex.pdf
https://www.euractiv.com/section/agriculture-food/news/civil-society-questions-europes-perfect-pesticide-authorisation-system/
[3] http://ec.europa.eu/citizens-initiative/public/initiatives/successful/details/2017/000002
[4] https://www.euractiv.com/section/agriculture-food/news/new-food-transparency-rules-risk-falling-victim-to-eu-institution-spat/
[5] http://www.europarl.europa.eu/news/en/press-room/20171020IPR86572/meps-demand-glyphosate-phase-out-with-full-ban-by-end-2022 https://www.dw.com/en/germany-sets-new-restrictions-on-glyphosate/a-46172338 https://phys.org/news/2018-09-czech-republic-restrict-glyphosate-weedkiller.html

 

WeMove.EU è un movimento di cittadini, che si batte per un’Europa migliore; per un’Unione europea dedicata alla giustizia sociale ed economica, la sostenibilità ambientale, e per una democrazia concretamente diretta dai cittadini. Siamo individui di diverse provenienze, con diverse storie alle nostre spalle, che considerano l’Europa la propria casa, indipendentemente da dove siamo nati. Per non ricevere più aggiornamenti da WeMove, clicca qui.

Le nostre risorse provengono dalle donazioni di singole persone che fanno parte della nostra comunità in tutta Europa. Fai una donazione affinché possiamo continuare a vincere campagne che sono a cuore a noi tutti. Dona ora

Seguici su Twitter | Metti il like su Facebook | Iscriviti al nostro canale YouTube

 
Antenna di via Andrea Doria, i Comitati contro l’elettrosmog: “È stata fatta giustizia” PDF Stampa E-mail

7 dicembre 2018 - 14:20 . Trionfale . Ambiente

Antenna di via Andrea Doria, i Comitati

contro l’elettrosmog: “È stata fatta giustizia”

“Fa piacere che la giustizia abbia fatto rispettare le norme. A Roma e anche nel quartiere di Prati ci sono però tanti altri casi in cui non viene osservato il regolamento comunale sugli impianti di telefonia”. Commenta così Giuseppe Teodoro, presidente dei “comitati romani contro l’elettrosmog”, la notizia dello spegnimento dell’antenna di via Andrea Doria.

“L’amministrazione capitolina non sta facendo rispettare il regolamento – ha sottolineato Teodoro -, anzi al contrario sta procedendo verso la strada della sperimentazione di nuove tecnologie come il 5G. Lo spegnimento dell’antenna di via Andrea Doria, che presentava un mancato rispetto delle distanze di sicurezza da luoghi sensibili come le scuole, è frutto di una lunga battaglia legale”.

Per il coordinatore, lo spegnimento non è sufficiente: “Adesso il prossimo passo deve essere lo smantellamento dell’impianto. Più in generale, invece, andrebbe fatto rispettare quel regolamento comunale approvato qualche anno fa e fatto diventare lettera morta per tutelare tutta la cittadinanza”.

 
Altro ciclista ucciso andava al lavoro aveva un figlio autistico. PDF Stampa E-mail

ALTRO CICLISTA UCCISO A ROMA

Anche oggi stiamo a lamentare l’ennesimo incidente nel territorio romano con un ciclista coinvolto.Qualche giorno fa’ era rimasto ferito gravemente un pedalatore in zona ostiense tamponato da un’auto,questa mattina,in via Merulana alle 5,45 e’ morto un sessantenne travolto da un pulman della Terravision.Non si conosce il nome del poveretto ne tanto meno la dinamica dell’incidente.Quel corpo coperto mi trasmette un senso di pieta’ indicibile,un forte abbraccio alla famiglia,ma anche tanta rabbia verso l’Amministrazione Comunale e Regionale che si distinguono per la loro rilassatezza verso l’utente ciclista.Non è il momento di fare critiche ma chi va’ in bicicletta come quel povero uomo non puo’ limitarsi alle condoglianze.Dobbiamo reaggire chiedendo quello che serve per ridurre questi drammi.Quella sella con la lampadina vuol dire che questa persona era in linea con le normative vigenti mentre per quanto riguarda l’investitore,le autorita’  precisano subito che il soggetto è risultato negativo all’assunzione di alcol  e droga.A quando il controllo sui tracciati telefonici e quello della  velocita’?Siamo seri,c’è una famiglia distrutta!

Non ci accontentiamo piu’ che l’utente ciclista sia riconosciuto nel codice della strada,VOGLIAMO CHE SIA ASSEGNATO IL SUO SPAZIO SU TUTTE  LE STRADE come lo si fa’ nelle nazioni piu’ civili.

  1. Di Pretoro

Federazione ciclistica italiana Lazio

Responsabile Piste ciclabili e viabilita’ 

Le foto allegate dell’incidente sono di Riccardo De Luca1-Il corpo coperto del povero sessantenne2-La bici del ciclista ucciso3-Pulman che ha investito il ciclista

 
le proposte di legambiente per un natale sostenibile. PDF Stampa E-mail
 

 

Speciale Natale

 

Le proposte di Legambiente per un Natale sostenibile

Fai del tuo Natale una straordinaria occasione per un regalo originale, che fa bene all'ambiente e agli animali, che aiuta chi ha bisogno a vivere dignitosamente. 
Puoi scegliere uno di questi doni per te o per i tuoi cari, ordinandolo comodamente da casa tua.
Scopri le proposte!
 
Alleva la speranza
 
Al via il crowdfunding promosso da Legambiente e da Enel per aiutare piccoli allevatori del Centro Italia a coltivare nuovi progetti di crescita dopo il sisma del 2016.
"Alleva la speranza" è il nome scelto per questo progetto, da condividere con quante più persone vorranno contribuire ad aiutare alcune piccole imprese, quasi sempre a conduzione familiare, a rimettersi in piedi e coltivare nuovi progetti di crescita. Alle 
donazioni che arriveranno attraverso la piattaforma si aggiungeranno quelle di Enel, perché i progetti di rinascita possano diventare realtà.
Dona ora
 
 
Adotta una tartaruga marina
 
 
Ogni giorno nuovi esemplari di tartarughe marine vengono ricoverati nei nostri centri di recupero, ma molti altri muoiono a causa dei rifiuti abbandonati in mare, del traffico marittimo e delle catture accidentali.
Non possiamo fermarci ora!
A Natale fai un regalo speciale adottando una tartaruga marina: puoi scegliere il kit digitale con foto e certificato di adozione oppure puoi aggiungere una creazione speciale  realizzata con materiali di recupero da quattro bravissime artigiane: Alessandra Mancini, Michela Monaco, Marina Santaniello ed Elisabetta Isman.
L’adozione simbolica è un gesto concreto che contribuisce a finanziare le spese vive dei centri di recupero, le medicine necessarie, gli interventi veterinari e le attività di monitoraggio dei nidi. 
Visita anche il nuovo store Legambiente per Tartalove su Worth Wearing, dove è possibile acquistare t-shirt e felpe di Tartalove.
Adotta una tartaruga
 
 
Piantala!
 
Quest'anno scegli di iscriverti a Legambiente come Socio Sostenitore, e Legambiente pianterà un albero per te.
In più, sarai al centro delle nostre iniziative su tutto il territorio, aiutandoci a rendere l’Italia ogni giorno più verde, bella e pulita.
Dove sarà piantato il tuo albero?
Nel Parco nazionale del Vesuvio, uno dei luoghi più affascinanti e tra i più visitati al mondo, che nel 2017 ha visto andare in fumo ettari di bosco con ingenti danni al patrimonio di biodiversità.      
Iscriviti
 
 
Difendi il mare
 
L’intenso lavoro che da tempo ci vede protagonisti nella protezione del mare ci ha portato negli ultimi mesi a grandi soddisfazioni, a partire dal successo di Spiagge e Fondali puliti e all’indagine sul beach litter, Goletta Verde, Goletta dei laghi e tantissimi altri progetti fino ad arrivare all’attualissima campagna di sensibilizzazione contro la plastica usa e getta usaegettanograzie.it
 

 Ma il nostro amore per l’affascinante pianeta blu non conosce stagioni: tutto il 2019 sarà, infatti, scandito dalle pagine della prima agenda dell’associazione interamente dedicata al mare e ai suoi abitanti.
Acquista l'agenda
 
 
Regala futuro
 
Porta in tavola tutto il buono della Maremma e dell’Italia con  l’eco-pacco di Natale, un dono buono da mettere sotto l’albero. Quattro le confezioni tra cui scegliere: #MaremmaTipica, #MaremmaBio, #MaremmaBuona e #MaremmaGhiotta, confezionate nella scatola riutilizzabile prodotta da Zero Pac. 
Parte del ricavato sarà devoluto al  Progetto Rugiada, importante campagna promossa dalla nostra associazione allo scopo di dare un aiuto concreto ai bambini e alle bambine residenti nelle aree contaminate della Bielorussia a seguito del fall-out radioattivo di Chernobyl. 
Ordina
 
 
 

 

 
 
Legambiente Onlus
Via Salaria 403
00199 Romawww.legambiente.it
 

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Tel. +39 06 862681
 
L'ITALIA DEL RICICLO 2018 ROMA 19 DICEMBRE DALLE 9 ALLE 13 30. PDF Stampa E-mail
 
 

Cari Soci e Amici della Fondazione,

siamo lieti di invitarvi alla presentazione del Rapporto "L'Italia del Riciclo 2018", nona edizione del report annuale sul riciclo ed il recupero dei rifiuti, realizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e FISE UNICIRCULAR.

L'evento si terrà a Roma il 19 dicembre 2018, dalle ore 9:00 alle ore 13:30, presso la Sala Nazionale Spazio Eventi, Via Palermo 10.

Durante l'incontro verrà presentato il quadro complessivo aggiornato sul riciclo dei rifiuti in Italia, sulle tendenze in atto e sulle dinamiche europee e internazionali. Verrà inoltre illustrato un approfondimento sulla movimentazione dei rifiuti all’interno del territorio nazionale e verso l’estero, vista come un’opportunità per chiudere il ciclo di gestione dei rifiuti.

La partecipazione all'evento è aperta e gratuita. Per confermare la propria presenza è necessario registrarsi al seguente link:

Form di Registrazione Online | link

banner save the date

In attesa di incontrarvi, inviamo i nostri più cordiali saluti

 

Logo Susdef
Segreteria Organizzativa

Via Garigliano, 61/a 00198 Roma
Tel. 06 8414815 - Fax 06 8414583
www.fondazionesvilupposostenibile.org

 
Aggiornamento a cura della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile
Per info:
Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile via Garigliano, 61/A Rome, Rm 00198 Italy
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

aggiorna i tuoi dati | cancella l'iscrizione alla mailing list
Ricevi quest'email perché iscritto al sito www.fondazionesvilupposostenibile.org e/o hai partecipato ad iniziative, convegni ed eventi (gratuiti) organizzati dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 229