Home Tabella categoria Dall’epilogo estivo di CicloInVersoRoMagna a un ulteriore ciclo in versi
Dall’epilogo estivo di CicloInVersoRoMagna a un ulteriore ciclo in versi PDF Stampa E-mail
Scritto da Santoni Maurizio   
Giovedì 17 Novembre 2011 14:17

 

Dall’epilogo estivo di CicloInVersoRoMagna a un ulteriore ciclo in versi
 
È in uscita una nuova silloge poetica del poeta romano Enrico Pietrangeli realizzata attraverso un lavoro che si compone di dodici sezioni tematiche. Il titolo preposto è Mezzogiorno dell’animo ed è letteralmente premessa di chiarezza alla luce del sole nonché apertura a propositive finalità nonostante si estenda in un corso di plurime sofferenze sovrapposte per giungere, infine, alla catarsi dell’Amore, quello con la “A” maiuscola così come pone in evidenza il testo in più occasioni. A scandire il tutto è dunque un monolitico dolore che si estende assumendo varie forme, compenetrando un piano iniziatico volto a una rivoluzione nella ricostituzione del sé. Un libro che, al pari di quante fasi si alternano come pure sovrappongono, si articola dall’anamnesi alla metamorfosi, fino a giungere, per mezzo della riflessione, a un’esegesi capace, oltre il desiderio pervadente di un’amata allontanatasi perentoriamente, di rifondare obiettivi e amor proprio quali elementi determinanti per suffragare autentico amore. Ne emerge una condizione svincolata dal possesso, che si dispiega lineare e generosa in un percorso di maturazione che coinvolge spiritualità e pensiero. Un libro che, per quanti aspetti trattati, a partire dall’insito binomio amore-morte, riconduce all’opera prima dell’autore e ad una sua possibile evoluzione sia dei contenuti che della forma con una strutturazione ben delineata. Senz’altro viene ben caratterizzato nell’uniformità contraddistinta, in primo luogo, dalla composizione dei versi, perlopiù realizzati nel corso di un paio di mesi, a partire dall’epilogo di CicloInVersoRoMagna 2011. La manifestazione estiva che, per il secondo anno consecutivo, ha visto l’autore operare a fianco di Gloria Scarperia insieme ad altri alternatisi. Diversi ed emblematici, peraltro, sono i riferimenti posti in questo senso, che caratterizzano, soprattutto, tanto l’incipit quanto l’epilogo dell’opera. La copertina del libro, non a caso, è una fotografia realizzata da Roberto Colombo durante la tappa di Legnago del 6 agosto scorso nonché, in appendice di questa prima edizione, viene riportato un diario di viaggio realizzato dall’autore lo scorso 13 agosto, ovvero il giorno successivo alla trasmissione in streaming realizzata per chiudere la manifestazione. Il libro si compone di 100 pagine ed è edito dalla CLUEP di Padova. 
 
Ufficio Stampa
Tel: 0662207421 digitare 795 quando risponde il centralino
 
 
 
Scheda Libro:
Titolo: Mezzogiorno dell’animo
Autore: Enrico Pietrangeli
Genere: Poesia
Editore: CLEUP – novembre 2011
ISBN: 978 88 6129 775 3
Pagg. 100 - Euro 12,00
 
 
Estratto dal libro:
Morire per amore
 
Morire per amore
son pochi a farlo,
perlopiù psicotici,
vani ipersensibili.
Morire per amore
di norma è raggelarsi
spalmando strati d’inverno
sul cuore al posto della Nutella.
Morire per amore
è questo mondo
d’infelici zombi,
di doppi
e d’inganni,
di rappresaglie,
di orgogli,
perdoni omessi
ed egoismi
senza rese.
 
[tratto da Mezzogiorno dell’animo – diritti depositati – CLEUP – Enrico Pietrangeli – 2011]
 
Nota biografica:
Enrico Pietrangeli, autore della raccolta di poesie Di amore, di morte, pubblicata in versione cartacea (Teseo editore - 2000) e in elettronica (Kult Virtual Press - 2002), collabora con giornali e riviste da diversi anni ed è giornalista pubblicista. Presente sulla scena romana della poesia sin dagli anni Ottanta, ha curato anche rassegne e spettacoli come Poesia da Bruciare, Sicilia Poetry Bike, CicloPoEtica 2010, Nettuno Fiera di Poesia 2010 e CicloInVersoRoMagna 2011. Attraverso la traduzione poetica, si è dedicato all'opera di alcuni autori poco conosciuti. Ha ripubblicato il suo romanzo d’esordio In un tempo andato con biglietto di ritorno (Proposte Editoriali – 2005) con una seconda edizione in elettronica (Kult Virtual Press - 2007) e un’ulteriore silloge poetica dal titolo Ad Istanbul, tra pubbliche intimità (Il Foglio - 2007).