Home Incontri con le Istituzioni Tavolo Tecnico di ascolto e concertazione. Primo incontro 12 gennaio 2009.
Tavolo Tecnico di ascolto e concertazione. Primo incontro 12 gennaio 2009. PDF Stampa E-mail

Il Coordinamento ha prodotto il Piano Strategico della Mobilità Ciclistica,
inoltrato a Marco Contadini e a Marco Benedetti; indicando i rappresentanti
del Coordinamento Roma Ciclabile, al tavolo tecnico: Roberto Pallottini
dell'Istituto Nazionale Urbanistica e Gianfranco Di Pretoro della
Federazione Ciclistica Italiana.
Abbiamo raggiunto un bel risultato, un ottimo lavoro prodotto, ma tanto
dovremo ancora fare, i nostri rappresentanti ci informeranno dei lavori; Noi
saremo Loro Vicini, collaboreremo, affinchè possano lavorare fruttuosamente,
sono a disposizione per chiarimenti, dovremo fare un incontro del
Coordinamento prima del 12 gennaio, propongo lunedì 4 gennaio.
Nell'attesa di vostre risposte, anche da parte di Uisp e Acli per la
disponibilità della sede; vogliate ricevere i più cordiali saluti a Voi
Tutti e Familiari di trascorrere un lieto
Natale e Serene Festività, da questo portavoce che finalmente, si può
rilassare (stiamo organizzando anche un incontro con Assessore al Turismo e
Sport della Provincia, per la Litoranea), progetto elaborato da Gianfranco
Di Pretoro che si è scatenato, in questo ultimo periodo, per il lavoro
prodotto.
Maurizio Santoni

----- Messaggio Inoltrato  -----
Da : "Marco Contadini" < Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. >
A : < Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. >, < Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. >,
< Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. >, < Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. >
Cc: < Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. >, "'Maria Grazia Forte'"
< Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. >, "'Ilaria Gherardelli'"
< Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. >
Oggetto : TAVOLO TECNICO DI ASCOLTO E CONCERTAZIONE
Data : Fri, 11 Dec 2009 18:41:12 +0100

Cari tutti,



In questa nota tento di fare una sintesi di  quanto avvenuto ieri sera.
Si sono incontrati presso l'Assessorato alle politiche ambientali del Comune di Roma:

il Coordinamento Roma Ciclabile, il coordinamento "Di traffico si Muore" ed associazioni che non si riconoscono in nessuno di tali coordinamenti.

Il coordinamento "Di traffico si Muore" ha presentato un documento che per pronta memoria si riporta in allegato.

Con riferimento a quanto contenuto nel documento è stato da me messo in evidenza che tutte le attività complesse della pubblica amministrazione, coinvlgono - sempre - diversi soggetti con diverse competenze.

Ad esempio la definizione di interventi di moderazione del traffico così come interventi di controllo e repressione di comportamenti illeciti rispetto al cds, sono diretta competenza del Dipartimento VII e dei gruppi della PM dei 19 dei municipi romani.

Come detto durante l'incontro, la frammentazione delle competenze non deve diventare alibi per la non attuazione di misure ed interventi o per la scarsa efficacia di quelli attuati; è per questo motivo che il settore ambiente con delega piena allo sviluppo della ciclabilità assume, sull'iniziativa del Tavolo, la responsabilità di coinvolgere - al fine di integrare - i referenti degli altri attori coinvolti su tutti quegli interventi non di diretta competenza del Dipartimento Ambiente ma naturalmente utili
per lo sviluppo della ciclabilità e per la difesa in generale delle utenze deboli.

Si è concordato che il tavolo tecnico di concertazione chiesto  dai ciclisti e voluto dall'Assessore,
affronterà tre macro argomenti:

*        interventi di infrastrutturazione (progettazione e realizzazione dei percorsi ciclabili);

*        interventi per lo sviluppo di politiche e servizi per la ciclabilità;

*        interventi di comunicazione e sensibilizzazione della cittadinanza.

Si è concordato sull'importanza della presenza alle riunioni del tavolo dei referenti degli altri settori
dell'Amministrazione locale (Mobilità, Urbanistica,Opere pubbliche); chiaramente la presenza di tali soggetti, così come la natura politica o tecnica degli stessi, sarà funzione degli argomenti che verranno trattati.

Per la definizione delle tempistiche di alcuni interventi sarà possibile coinvolgere l'ufficio speciale emergenza traffico.

Come da accordi, la presente nota è stata inviata al coordinamento "Roma Ciclabile", Al coordinamento "Di traffico si Muore" e alle associazioni che, durante l'incontro hanno ritenuto di non sentirsi rappresentate da nessuno dei due coordinamenti.

Ritengo necessario che il numero di referenti al tavolo non superi le 8/10 unità e che tali unità siano distribuite proporzionalmente rispetto al reale peso che i soggetti in indirizzo hanno in termini di rappresentatività dei ciclisti urbani romani (soprattutto quelli che utilizzano la bicicletta per spostamenti sistematici di lavoro).

Avendo, negli anni, toccato con mano l'impossibilità di misurare la rappresentatività degli interlocutori
referenti dell'utenza organizzata, trovo assolutamente necessario che la formulazione della squadra di lavoro, in termini di pesi e distribuzioni sia frutto di un Vostro dibattito interno e non obblighi l'Amministrazione Comunale ad operare delle scelte sulla base di variabili aleatorie non certe.

Per quanto suddetto, confermo l'incontro del 12 gennaio p.v.
presso P.le di Porta Metronia Alle ore 18.00

Mi aspetto un numero di referenti non superiore al massimo concordato e caratterizzato da reciproci rapporti di collaborazione e serenità, clima che reputo assolutamente necessario per fare di questa iniziativa qualcosa di utile.

Sulla base di quanto emerso ieri sera l'ordine del giorno dell'incontro sarà:

1.    descrizione delle azioni in corso e quelle in via di sviluppo;

2.    ipotesi su possibili attività che singoli o associazioni  potrebbero svolgere a supporto delle attività
dell'Amministrazione;

3.    analisi delle richieste riportate nel documento presentato con definizione preliminare della fattibilità, suddivisione per argomenti e per tempistiche (breve, medio e lungo termine);

4.    sulla base dell'analisi di cui al precedente punto, determinazione dell'agenda dei successivi incontri e degli eventuali soggetti istituzionali da coinvolgere in tali incontri.



Cordiali saluti

Marco Contadini

____________________________________________________________
________________

Ing. Marco Contadini
Coordinatore Sviluppo Ciclabilità Urbana / Mobilità
Sostenibile

RESOCONTO RIUNIONE DI MARTEDì 12 GENNAIO 2010 ore 1830


Erano PRESENTI per la parte istituzionale:

Marco Contadini dell’ufficio tecnico della ciclabilità con il suo staff (Giuliano Cotti, Ilaria Belardelli)

Marco Benedetti, sottosegretario dell’assessore all’Ambiente Fabio De Lillo

Per i ciclisti del Cordinamento Roma Ciclabile: Roberto Pallottini, Claudia Tifi, Gianfranco Di Pretoro

Per i ciclisti del Coordinamento Di Traffico Si Muore: Michelangelo Alimenti, Marco Gemignani, Stefano Casini

Per la Cooperativa Blow up: Chiara Sozzi e Paolo Guiduccio

Per Biciroma Fausto Bonafaccia

Vari uditori tra cui Paolo Bellino, Marco Pierfranceschi, Andrea Bancale, etc.

Sono state suddivise per punti le varie discussioni affrontate:

·        Marco Contadini afferma che è falso quanto scritto nel “Resoconto della riunione del 7 gennaio 2010 del Coordinamento Di Traffico si muore” pubblicato su Roma Pedala.

La frase in questione è questa:

“Visto che all'ultimo incontro Contadini ha fatto intendere che per le associazioni che collaborarenno con il Comune c'è la possibilità di accedere a finanziamenti o altri sostegni, chiederemo che ci sia piena trasparenza sul modo in cui le attività associative in favore delle politiche comunali vengono finanziate.”

·        Marco Contadini ha ribadito le tre macro aree di intervento su cui lavoreremo:

·infrastrutture (progettazione e realizzazione dei percorsi ciclabili);
· interventi per lo sviluppo di politiche e servizi per la ciclabilità;
· interventi di comunicazione e sensibilizzazione della cittadinanza.

Ha escluso di lavorare direttamente su temi come la sicurezza e la repressione dei comportamenti nocivi.
Ha sottolineato il cambio di indirizzo rispetto all’altro ufficio e la sostituzione del capoufficio tecnico con l’architetto Riccardo Forte

·        Roberto Pallottini ha chiesto di dare ai ciclisti il Piano Quadro della Ciclabilità prima che sia pubblicato, così da poter avere più tempo, anziché solo 120 giorni, per poterne discutere.

Il sottosegretario Benedetti ha risposto che il piano deve seguire l’iter burocratico non pubblico, senza intoppi che potrebbero rallentarne la pubblicazione che avverrà entro marzo 2010, poi verranno costruiti dei tavoli tecnici con i ciclisti e a giugno - settembre sarà pronto per l’approvazione definitiva. Nel processo saranno coinvolti altri 3 attori: l’Azienda dei Trasporti, la Regione, l’ufficio tecnico.

·        Marco Gemignani ha avanzato le quattro richieste urgenti (da ottenersi entro il 15 marzo 2010) del Coordinamento Di Traffico Si Muore:

1)bici pieghevoli su tutti i mezzi pubblici;
2)poter lasciare le bici nei condomini;
3)cambio d’ottica: definire quando non si può, anziché quando si può, trasportare bici sul servizio metropolitano e sul trenino Roma-Ostia Lido
4)permettere ai ciclisti di passare sulle corsie preferenziali

·        Fausto Bonafaccia ha proposto di richiedere all’Assessore all’Ambiente che i nuovi mezzi pubblici e tutto il materiale rotabile vengano acquistati già predisposti per la salita delle bici.

·        Marco Contadini ha risposto alle richieste del Coordinamento Di Traffico Si Muore:

1)Non c’è problema, manderemo una lettera o una memoria di giunta per inserire le bici pieghevoli nella lista degli oggetti che si possono trasportare sui mezzi pubblici.
2)È già partito l’iter burocratico per modificare il regolamento dei Condomini e poter parcheggiare le bici all’interno, manca solo la firma dell’Assessore all’Urbanistica Marco Corsini.
3)Occorre formulare proposte più concrete su trasporto pubblico e bici (es.quali linee degli autobus). Sconsiglia di coinvolgere direttamente i referenti dell’Azienda del Trasporto Pubblico.
4) Sull’accesso dei ciclisti alle corsie preferenziali c’è troppo disaccordo tra Cordinamento Roma Ciclabile che, come Contadini, lo ritiene troppo pericoloso e perciò inaccettabile e Coordinamento Di Traffico Si Muore.
Contadini propone di trovare prima un accordo tra i ciclisti in materia di corsie preferenziali e poi discuterne nuovamente e suggerisce piuttosto l’allargamento della sede della corsia preferenziale e l’aggiunta sulla carreggiata di una striscia continua e un pittogramma con la bicicletta che per lo meno tutelino il ciclista dal punto di vista legale.


Il resoconto è stato redatto da Claudia Tifi, vice portavoce del Coordinamento Roma Ciclabile