LA CORSIA DI RISPETTO PER IL CICLISTA SU TUTTE LE STRADE Stampa

 

LA CORSIA DI RISPETTO PER IL CICLISTA SU TUTTE LE STRADE

Preg.to Presidente della Federazione Ciclistica Italiana Renato Di Rocco,del Lazio Antonio Zanon,Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti,Sindaca di Roma Virginia Raggi,Associazioni tutte,appassionati della bicicletta ,Vi trasmetto per conoscenza  la mia proposta (a nome della FCI LAZIO)odierna  al Ministro dei Trasporti  ed alla medesima Commissione Parlamentare per la diffusione  sulle strade extra urbane delle bike Lanes che ho chiamato “Corsie di rispetto per il ciclista” perche’, è proprio questo il senso di tali infrastrutture.

 

Il loro scopo:in tali corsie, il ciclista, ha sempre il suo spazio.Costano poco,si collocano anche sulle strade 7 mt,non causano problemi alla circolazione complessiva ed hanno il pregio della capillarita’ .I motorizzati,sono autorizzati ad invaderle solo in assenza dei ciclisti.

 

Le ho trovate nelle strade extra urbane Olandesi,tedesche e Svizzere qualche giorno fa’.Gia’ le vedo sulla via Portuense,via della Magliana,Via Appia Nuova,Via Tiberina,Via Tiburtina,Via Aurelia,a Fregene,a Castel di Guido,a Rocca di Papa,sulla litoranea di Ostia,intorno al Lago di Bracciano ecc.Sono solo due linee ma…di rispetto.

 

Sono certo che con delimitandole esternamente con la banda rumorosa si ridurranno tanti incidenti.

 

Chi pedala o chi crede in un futuro migliore per la mobilita’ ciclistica,è coinvolto in questa iniziativa concreta.Attivatevi insieme a me!

 

Cari Saluti

 

  1. Di Pretoro

 

Federazione Ciclistica Italiana Lazio

 

Responsabile piste ciclabili e viabilita’

 

Roma,15 9 2018

 

  LE NOVITA' CICLABILI DALL'OLANDA

                                                                                                                LETTERA  APERTA

Preg.ta Assessora alla Citta’ in Movimento del Comune di Roma

  1. MELEO

Ho il piacere di trasmetterLe le ultime novita’ riscontrate nel mio solito tour  in Olanda ,certo che ne fara’ buon uso per la mobilita’ e sicurezza ciclistica nella Capitale.Di seguito i vari argomenti:

BIKE LANE

Come continuo a ripetere,questi spazi a terra,sono la dimostrazione concreta che il ciclista è rispettato dalle Amministrazioni e soprattutto,considerato come gli altri utenti della strada.Gli viene data la sua corsia anche se la strada e’ stretta 7 metri.Gli automezzi possono invaderla solo in sua assenza.Per arrivare ad Oosterbeek(Olanda)con il mio camper ne ho incontrate anche in Svizzera e Germania.Dove non c’è spazio per la pista ciclabile separata,si traccia la bike Lane.Si puo’ risparmiare ancora in vernice semplicemente tratteggiandole(Foto da 1 a 4).Sono altresi’, felice che anche l’Olanda si sia convinta,vista la distrazione degli altri utenti motorizzati,a delimitare tale corsia con la Banda Rumorosa(Foto 5).Tutto cio’ presuppone,pero’, che la banchina laterale sia liscia e pulita!

IL BARCONE PER TRAVERSARE IL FIUME

Non saranno una novita’ ma in Olanda,i barconi,  sono cosi’ comuni  da diventare protagonisti nel territorio.Collocherei subito  tale barca tra l’argine destro e sinistro del Tevere all’altezza della Fiera di Roma per collegarla ad Ostia Antica.(Foto 6)

PLASTIC ROAD BIKE     

Grazie all’amica Marli’ ho visionato presso la citta’ di Zwolle una ciclovia fatta con i residui di plastica provenienti dalle abitazioni.Per ogni 30 metri sono stati riciclati 1.000 kg di plastica domestica,circa 218.000 bicchieri di questa sostanza.La  ”PlasticRoad”  è composta di elementi prefabbricati 2,4 x 3 metri tutti collegati ma anche sostituibili in caso di necessita’.Foto 7-8

TOTEM RALLENTATORI VICINO ALLE SCUOLE

Mi è piaciuto tantissimo l’allegria di questa segnaletica rivolta agli automobilisti.Forse,potrebbe funzionare anche a Roma!Foto 9

LA STRADA DEGLI ITALIANI

Nell’interno della foresta di Oosterbeek  c’è una strada dedicata agli italiani.L’ho percorsa con la bici da corsa nonostante la base di porfido.Mi sono divertito a gareggiare con Mark tra la splendida vegetazione e le numerose sorgenti d’acqua.Una buona idea per decidersi di fare numerosi percorsi tematici anche a Roma.Foto 10

Distinti saluti

  1. Di Pretoro

Federazione Ciclistica Italiana Lazio

Responsabile piste ciclabili e viabilita’

Roma,12 9 2018

 

 

 

RAGAZZI,RIVOLUZIONIAMO LA CITTA' CON LA BICICLETTA!

In questo giorno di auguri a tutti  gli studenti,Gianfranco da’ subito un compito agli adolescenti,quelli  che in questa fascia d’eta’, lasciano lo sport.Solo voi potete concretizzare una vera rivoluzione nella mobilita’ cittadina.Sara’ “pacifica” ma migliorera’ la qualita’ della vostra vita e di tutti gli abitanti,sarete emulati anche dai grandi per la decisa riduzione dell’inquinamento atmosferico ed acustico,delle malattie fisiche e psichiche,risparmiando tempo e denaro.In poche parole,cari ragazzi,riprendetevi la vostra gioventu’  pedalando in bicicletta,senza lasciarsi fermare dal motorino o invecchiare dalle minicar.

Come ben sapete la strada è ricca di trabocchetti e pericoli,ma lo è per tutti,non solo per i ciclisti.Indossate il casco e via in bicicletta passando lontano dalle portiere delle auto,con le mani sempre pronte sui freni.Di notte ,meglio togliersi dalla strada preferendo le piste ciclabili,le aree pedonali e con educazione,i marciapiedi.Gia’ sento il vostro rumor sui disagi nel portare i libri e sopportare il  sudore.Roba da impiegati poltroni:basta  dotare la MTB  del portapacchi posteriore, riempire lo zaino con volumi ,canottiera e camicia pulita.Cinque minuti al bagno e via alle lezioni.Vi assicuro che funziona,vi sentirete dei leoni.Il bus solo nelle giornate piovose.Poi le avventure e le gare della domenica,protagonisti reali non virtuali,da non dimenticare!

Gianfranco vi promette il suo massimo impegno per la realizzazione delle infrastrutture idonee a pedalare piu’ sicuri ma i tempi della burocrazia non sono quelli vostri.Per rivoluzionare la citta’ abbiamo bisogno del vostro aiuto ,non di manifestazioni scarica rabbia,ma di azioni positive quotidiane.

Vi aspetto tutti,gia’ da domani, sulle strade della Capitale!

  1. Di Pretoro

NB:per coloro che volessero pubblicarle allego i “Pericoli della strada” e le “Norme comportamentali”

La mia mail è: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

Roma,17 9 2018