Home Blog categoria
Esempio di aspetto di una categoria blog (Categoria FAQ/Generale)
Il vaccino funziona: da dicembre un miliardo di dosi l'anno PDF Stampa E-mail
Scritto da Santoni Maurizio   
Domenica 31 Maggio 2020 06:13
 

 

 
 
l'Espresso, logo

L'Espresso

Il vaccino funziona: da dicembre un miliardo di dosi l'anno

Si chiama mRNA-1273. E crea anticorpi che neutralizzano il covid. I test sono ok e sarà approvato in autunno.  Poi partirà la produzione di massa. Intervista esclusiva ad Andrea Carfi, lo scienziato italiano a capo del team sulle malattie infettive di Moderna

di Alessandra Cattoi     
29 maggio 2020
Due mesi che valgono due anni, o forse di più. Sono passati sessanta giorni dall’avvio della sperimentazione clinica del vaccino contro il virus SARS-CoV-2 dell’azienda biothec americana Moderna e i primi risultati, resi pubblici il 18 maggio, sono stati definiti da tutti gli esperti molto promettenti. Innanzitutto il vaccino si è dimostrato sicuro, non comporta effetti collaterali ed è ben tollerato. Ma soprattutto i dati mostrano che le persone vaccinate hanno sviluppato livelli di anticorpi uguali o superiori a quelli misurati in soggetti infettati dal virus e successivamente guariti. Notizie tanto incoraggianti da fare sbilanciare anche Anthony Fauci, direttore del Niaid (National Institute of Allergy and Infectious Diseases) e capo della task force della Casa Bianca per l’emergenza coronavirus. Fauci si è detto «cautamente ottimista» rispetto all’efficacia del vaccino di Moderna «proprio perché» ha dichiarato alla Cnn, «i primi risultati hanno dimostrato la capacità di neutralizzare il virus con la somministrazione di dosi ragionevoli di vaccino, ed è lecito prevedere che se gli stessi livelli di anticorpi saranno confermati su un numero più ampio di persone, il vaccino potrà proteggere dall’infezione».
 
Alla frenetica corsa verso il vaccino per sconfiggere la piaga del 2020, partecipa anche Andrea Carfí, scienziato italiano, da dieci anni negli Usa e da due a capo del team sulle malattie infettive di Moderna. Intervistato dal sito dell’Espresso lo scorso marzo, era apparso ottimista fin dai primi giorni della prima fase di sperimentazione sull’uomo e, a quanto pare, i fatti oggi gli danno ragione.
 
«La cautela era e continua ad essere d’obbligo ma si, confermo che l’ottimismo era ben risposto», dice oggi Carfi all’Espresso. «Infatti, su tutti i 45 volontari sottoposti alla prima fase di sperimentazione, il vaccino è risultato sicuro, confermando i dati ottenuti in studi clinci di altri nostri vaccini. Abbiamo anche osservato la produzione di anticorpi in tutti i soggetti vaccinati e in otto di loro abbiamo dimostrato la presenza di anticorpi neutralizzanti, cioè in grado non solo di riconoscere il virus ma anche di bloccarlo evitando cosí l’infezione. Dopo la somministrazione del vaccino, i titoli di questi anticorpi appaiono paragonabili a quelli di persone infettate e poi guarite da infezione da SARS-CoV-2. Tra qualche settimana avremo i risultati definitivi di tutti i 45 volontari a cui è stato somministrato il vaccino mRNA. Nel frattempo continuiamo i test su modelli animali. Sappiamo già che i topi vaccinati con mRNA-1273 (il nome del vaccino di Moderna, ndr) hanno anticorpi che neutralizzano il virus e, più importante, sono protetti quando esposti al virus.
 

Footer

inchieste

palazzo

Attualità

Internazionale

affari

visioni

© 1999-2020 GEDI Gruppo Editoriale S.p.A. - Partita IVA 00906801006
 
 
 
 
 
loading

 

 
 
Microbike fabbrica Roma Monteverde di Bici a pedalata assistita.. Consigliata. PDF Stampa E-mail
Scritto da Santoni Maurizio   
Lunedì 25 Maggio 2020 08:11

 

Fabbrica Italiana Biciclette elettriche

      e-bike e-motion     

dal 1998

 
 
 

 
 
 

   
 

Revisione

Bilanciamento

Rigenerazione

Batterie della vostra e-bike

Microbike Vendita - Assistenza

 
 
 

Pannello Se-Cure System Antivirus

 

sistema di protezione trasparente lavabile

Ordini
Pannello Se-Cure System € 60+iva
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Pannello

Se-Cure System

€ 60

Pannello

Se-Cure System

€ 60

 

MicroBike Monopattino Elettrico

 

MicroBike Monopattino Elettrico

new mobility

Electric Scooter

€ 380

new mobility

Electric Scooter

€ 380

€ 380 o € 22 al mese  x 18 mesi senza anticipo

MicroBike modello Roma uomo cambio 8v 2Dsk  con motori Bosch

 

MicroBike modello Roma donna cambio 8v2Dsk  con motori Bosch

Made inItaly  

 

Made inItaly  

 

a € 65  al mese 3 anni  assistenza - garanzia

MicroBike Work 26" cambio 8v 2Dsk  motori da250/1000 watt

 

MicroBike Family 26" cambio 8v2Dsk motori da250/1000 watt

Made inItaly  

caratteristiche

da € 2900,00

Made inItaly  

caratteristiche

da € 2900,00

NEW ! NEW ! NEW ! NEW !

 

. Made inItaly

scegli nella famiglia microbike con 3 anni di assistenza

la tua bicicletta elettrica tutto a € 35,00 al mese

chiedila anche con l'antifurto satellitare Gps............

1 anno garantita

2 anni garantita

3 anni garantita

 

- Microbike GPS inside la prima Bicicletta Elettrica

                                 equipaggiata con tecnologia GSM Gprs Real-time gps tracking.

 

- Da oggi le nuove Centraline su tutti i modelli Microbike

                                 con un ulteriore miglioramento nelle prestazioni e

 

e Su tutti i Modelli Microbike è possibile richiedere il motore fino a 1500 Watt

rigorosamente vietata la circolazione su strade urbane.

 

homo erectus

homo sapiens

homo astutos

 
 

La bicicletta elettrica MicroBike:                                                                                 è fatta in Italia

il più moderno ed economico mezzo di trasporto oggi presente sul mercato.

la MicroBike è l'ideale per la città e per la campagna, per i parchi e per i centri storici.

la MicroBike ti fa arrivare dove potresti andare solo a piedi!

la MicroBike non paga bolli o tasse e si guida come una normale bicicletta a qualsiasi età.

la MicroBike non inquina e con il costo di un litro di benzina percorre più di 700 Km.

la MicroBike ha la pedalata assistita dal motore elettrico, è facile da usare e supera agevolmente le salite.

 

 

Manuali & Display

 

 

Tel. 06.58.15.687 - fax 06.58.12.992

Vendita Nuovo / Usato / Assistenza

Roma 00152

Viale dei Quattro Venti 150d-150e-150f

 

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
 
 
 
 
   

End animal testing

 
Ultimo aggiornamento Lunedì 25 Maggio 2020 08:17
 
PARIGI CITTA' CICLABILE. ROMA? DAL 2001 CHE LO ASPETTIAMO. PDF Stampa E-mail
Scritto da Santoni Maurizio   
Sabato 23 Maggio 2020 06:46

https://www.bikeitalia.it/wp-content/uploads/2020/04/parigi_ciclabili-temporanee-280x175.jpg 280w, https://www.bikeitalia.it/wp-content/uploads/2020/04/parigi_ciclabili-temporanee-541x338.jpg 541w, https://www.bikeitalia.it/wp-content/uploads/2020/04/parigi_ciclabili-temporanee-768x480.jpg 768w" data-sizes="(max-width: 932px) 100vw, 932px" data-src="https://www.bikeitalia.it/wp-content/uploads/2020/04/parigi_ciclabili-temporanee.jpg">Parigi

Negli annunci di città come Lione, Montpellier e Bordeaux per una Rete di Mobilità di Emergenza si legge non solo la volontà di passare alla Fase 2 evitando la paralisi del traffico urbano a causa della riduzione della portata del trasporto pubblico, ma anche una rincorsa alle buone pratiche ciclabili realizzate da Parigi negli ultimi 5 anni.

La Capitale della Francia ha infatti sviluppato una rete ciclabile e di moderazione del traffico mai vista prima, ottenendo come risultato un forte incremento degli spostamenti a piedi, in bicicletta e con i monopattini elettrici.

Questi risultati non sono passati inosservati, ne ai cittadini e neppure alla politica nazionale. I parigini infatti, chiamati lo scorso Marzo alle urne per eleggere il nuovo sindaco, non ci hanno pensato due volte a rieleggere Anne Hidalgo, la sindaca che in 5 anni ha trasformato la città e che ha basato buona parte della propria campagna elettorale 2020 sull’ulteriore promozione della ciclabilità con l’obiettivo di arrivare alla città dei 15 minuti.

Evidentemente Parigi è diventata un esempio da seguire, non solo a livello infrastrutturale ma anche a livello politico: se i cittadini hanno premiato la sindaca con un nuovo mandato perché altri sindaci non dovrebbero riproporre la transizione ciclabile nelle rispettive città?

https://www.bikeitalia.it/wp-content/uploads/2020/04/parigi_francia_monopattini_foto-di-Joel_philippon-1-280x157.png 280w, https://www.bikeitalia.it/wp-content/uploads/2020/04/parigi_francia_monopattini_foto-di-Joel_philippon-1-541x303.png 541w, https://www.bikeitalia.it/wp-content/uploads/2020/04/parigi_francia_monopattini_foto-di-Joel_philippon-1-768x429.png 768w" data-sizes="(max-width: 921px) 100vw, 921px" data-src="https://www.bikeitalia.it/wp-content/uploads/2020/04/parigi_francia_monopattini_foto-di-Joel_philippon-1.png">Foto di Joel Philippon

Non a caso diversi centri urbani che si sono spesi a favore della realizzazione di nuove piste ciclabili pop-up vedono nell’emergenza l’occasione per sperimentare una nuova mobilità che da temporanea possa diventare in poco tempo la normalità, così da avviare più città possibili a una nuova transizione ecologica.

https://www.bikeitalia.it/wp-content/uploads/2020/02/città-biciclette.jpg&background-position-x:center;background-position-y:center;background-repeat:no-repeat;background-size:cover;box-sizing:border-box;height:193px;overflow-wrap:break-word">
Realizzare la Città delle Biciclette
Corso: 100€
Iscriviti

Parigi dal canto suo non accenna a fermarsi, e oltre a non essersi fatta trovare impreparata dall’emergenza grazie a politiche di ciclabilità evidentemente lungimiranti pensa al raddoppio sia a livello cittadino che metropolitano.

In particolare la regione metropolitana di Parigi, l’Ile-de-France, ha già stanziato 300 milioni di euro per la creazione di nuove ciclabili veloci che possano collegare in poco tempo Parigi ai comuni limitrofi, incentivando così il bike to work e alleviando la pressione sul trasporto pubblico.

https://www.bikeitalia.it/wp-content/uploads/2020/04/Rete_Ciclabile_Parigi_Ile_de_France-193x200.jpg 193w, https://www.bikeitalia.it/wp-content/uploads/2020/04/Rete_Ciclabile_Parigi_Ile_de_France-342x355.jpg 342w, https://www.bikeitalia.it/wp-content/uploads/2020/04/Rete_Ciclabile_Parigi_Ile_de_France-768x797.jpg 768w" data-sizes="(max-width: 1234px) 100vw, 1234px" data-src="https://www.bikeitalia.it/wp-content/uploads/2020/04/Rete_Ciclabile_Parigi_Ile_de_France.jpg">

Già in passato l’Ile-de-France aveva promosso il noleggio a lungo termine di biciclette a pedalata assistita proprio per aiutare le persone a raggiungere la capitale in bicicletta.

Insomma, Parigi è in testa nella corsa delle città più ciclabili d’Europa e in qualche modo sta riuscendo a trascinare anche altre realtà minori, il tutto in una sfida dove i vincitori non sono altro che i cittadini e l’ambiente.

Ultimo aggiornamento Sabato 23 Maggio 2020 06:46
 
Tanti auguri Legambiente, tanti auguri a tutti noi. 40 anni. PDF Stampa E-mail
Scritto da Santoni Maurizio   
Venerdì 08 Maggio 2020 06:45
 

 

il 20 maggio Legambiente compirà 40 anni: un’occasione speciale che vogliamo festeggiare con te e la straordinaria comunità di volontari in tutta Italia che ci ha permesso di scrivere pagine importanti della storia del Paese.Elencare tutte le vittorie sarebbe impossibile. Abbiamo vinto il referendum del 1987 per chiudere le centrali nucleari ed eseguito monitoraggi scientifici prima delle istituzioni. Abbiamo fatto approvare leggi straordinarie come quella sugli ecoreati e coniato termini come ecomafia, ecomostri o Terra dei fuochi. Abbiamo denunciato per primi la colonizzazione dei petrolieri e promosso la filiera italiana della chimica verde per combattere la crisi climatica.E non è finita qui. Perché l’Italia ha ancora bisogno di tutti noi.Festeggeremo in modo diverso da come avevamo immaginato, ma lo faremo sempre insieme. Perché questo compleanno è il compleanno di tutti noi.
 
Partecipa al nostro “museo virtuale” pubblicando dai tuoi profili social le tue foto storiche e i cimeli associativi accompagnandoli con l’hashtag #Legambiente40.La sera del 20 maggio ti aspettiamo online (l’appuntamento è sui nostri canali social, a partire dalle ore 21:30) per una festa speciale con tanti ospiti. Le sorprese non mancheranno e ti aggiorneremo al più presto.Tanti auguri Legambiente, tanti auguri a tutti noi.
 

Stefano Ciafani

presidente di Legambiente

 
QUARTA CONFERENZA NAZIONALE SUI PIANI URBANI SULLA MOBILITA' SOSTENIBILE. PDF Stampa E-mail
Scritto da Santoni Maurizio   
Mercoledì 22 Aprile 2020 08:00

Aprile 2020

 
 

Fermi adesso per muoverci (e vivere) meglio dopo!

 
 
 
 

In questo momento, in cui siamo tutti in casa e non possiamo spostarci, cominciamo a ragionare su una mobilità diversa nell’immediato futuro.
Durante questa pausa forzata del Paese e di buona parte degli spostamenti delle persone, vogliamo coinvolgere il maggior numero di scuole e cittadini per un grande programma di sensibilizzazione sulla riconversione ecologica della mobilità, soprattutto urbana.

Euromobility, in collaborazione con AIIG (Associazione Italiana Insegnanti Geografia, www.aiig.it), dal 28 aprile a fine anno scolastico, due volte a settimana (martedì e giovedì alle ore 17:00) propone una serie di video-lezioni sulla mobilità sostenibile, il risparmio energetico e lo sviluppo sostenibile, rivolte gratuitamente a tutte le scuole italiane.Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata sul sito di Euromobility.

 
 

Tra le proposte della task force messa in piedi da Vittorio Colao figurerebbe un finanziamento ed un invito specifico all’uso di biciclette tradizionali ed elettriche nelle nostre città per evitare l'affollamento sui mezzi pubblici. La Regione Emilia-Romagna annuncia un bando di un milione di euro per favorire gli spostamenti in bici. Bicicletta e micro mobilità, unite allo smart working e alla rimodulazione degli orari della città, sembrano oggi le soluzioni a portata di mano per far ripartire il Paese garantendo il distanziamento sociale. Urge però, e in tempi più che brevi, che riparta la produzione perché il cittadino possa acquistare il proprio mezzo.Vi invitiamo a sostenere CONFINDUSTRIA ANCMA, sulla pagina Facebook ANCMA BIKE DAY, che già il 10 aprile scriveva al Governo un accorato appello.Condividete la pagina e facciamoci sentire!! Grazie!

 
 

Euromobility invita cittadini e datori di lavoro a compilare il questionario dell’indagine sullo smart working al seguente indirizzo: www.euromobility.org/smart-working/.

A pochi giorni dall’avvio, sono già oltre 2.500 i cittadini italiani ad aver aderito all’indagine, il 62% dei quali sono donne e il 38% uomini. Il 45% si dichiara molto soddisfatto dell’esperienza di lavoro agile e il 48% abbastanza soddisfatto, solo il 7% poco o per niente soddisfatto. Il 34% vorrebbe continuare a lavorare il più possibile in smart working al termine dell’emergenza sanitaria, il 54% in maniera limitata e solo il 12% non sarebbe disposto a continuare il lavoro agile una volta che ci saremo liberati del coronavirus.Leggi l'articolo completo sul sito di Euromobility.

 
 

La Quarta Conferenza Nazionale sui PUMS (Piani Urbani della Mobilità Sostenibile), prevista per i giorni 21 e 22 maggio 2020 a Ravenna, è stata rinviata ed è attualmente in corso di riprogrammazione nell'autunno.Stante la crisi sanitaria che stiamo vivendo, in Euromobility abbiamo avviato una riprogrammazione degli impegni dei prossimi mesi con l’obiettivo di garantire lo svolgimento delle attività previste in totale sicurezza, prevenendo la diffusione del contagio ma senza lasciarci fermare dalle avversità.Abbiamo dunque preso la decisione di rinviare la Conferenza PUMS in autunno e svolgerla, totalmente o in parte, in modalità telematica. Si tratterà quindi di una conferenza online.Maggiori informazioni sulle modalità di svolgimento e di partecipazione verranno diffuse prossimamente.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 242