Home
Eventi


Bici + Battello a Ostia Antica domenica 18 aprile rivolto a famiglie con Bambini PDF Stampa E-mail

 

                         b+o
Bici e Battello ad Ostia Antica
 
CASTELLO DI GIULIO II, OSTIA ANTICA E RISERVA NATURALE DEL LITORALE ROMANO
 
Domenica 18 Aprile:
con il battello ad Ostia Antica e in bici sulle rive del Tevere
nella Riserva Naturale del Litorale Romano
 
 
Tutte le informazioni:
 
Percorso rivolto particolarmente a famiglie con bambini
Tipologia: per MTB / anche bici da strada tranne quelle da corsa
Difficoltà: Facile
Lunghezza: Percorso A 15 km / Percorso B 19 km
Dislivello: completamente pianeggiante, si sale solo per raggiungere le fermate della Metro
Trasporto: Battello e Metro + bici

ITINERARIO IN BICI:
Molo di Ostia Antica – Castello di Giulio II (visita) – borgo di Ostia Antica – Bonifica di Ostia Antica – argine del Tevere – Tenuta di Dragona – Dragoncello (rete di piste ciclabili) – Acilia – fermata Metro Acilia
(Percorso A: 15 km);
oppure: Acilia – Monte Cugno – argine del Tevere – Giano – fermata Metro Casalbernocchi
(Percorso B: 19 km)

IL PERCORSO:
Dal molo di Ostia Antica, lungo uno sterrato in buone condizioni, raggiungiamo Ostia Antica passando accanto agli scavi dell’antica Ostia (la visita non è prevista perché richiede almeno mezza giornata); entriamo dentro il borghetto di Ostia Antica e ci fermiamo di fronte alla mole del Castello di Giulio II, dove è prevista la visita (gratuita) suddividendoci in due gruppi.
Al termine, pranziamo al sacco nei giardini circostanti il castello e attorno al borgo di Ostia Antica, che potremo visitare. Poi riprendiamo l’itinerario avviandoci verso la riva sinistra del Tevere, in prossimità di Capo due Rami, dove l’Isola Sacra divide il fiume in due estuari. Da qui percorriamo l’argine in bel tratto di 6 km, fino alla Tenuta di Dragona. Nei pressi c’è un punto panoramico su un ampia ansa del fiume di Roma, proprio nei pressi del Casale di Dragoncello, dietro il quale è la collina di Monte Cugno, dove si trovava l’antica città di Ficana, abitato dalle antiche popolazioni latine fin dal X sec. a.C., che costituisce uno dei siti più remoti del Lazio, conquistato da Anco Marcio nel IV-III sec. a.C., il costruttore di Ostia e della Via Ostiensis.
Riprendiamo la marcia lambendo l’abitato di Dragona e passiamo a percorrere le strade di Dragoncello, che sorprendentemente non ha niente da invidiare alle città nord europee, per la fitta rete ciclabile che l’attraversa. Usciamo dall’abitato e passiamo vicino al quartiere di Acilia.
 
Alla stazione Metro di Acilia, termina il Percorso A (km 15)
 
Discendiamo dalla collina di Acilia inoltrandoci di nuovo nella campagna coltivata, aggirando un maneggio ed una fattoria. Passiamo sotto la collina di Ficana percorriamo un secondo interessante tratto dell’argine del Tevere, girando attorno al borgo di Giano. Infine, giungiamo al semaforo della Via Ostiense, che percorreremo per soli 200 metri sul marciapiede, ed imbocchiamo la fermata di Casalbernocchi, per il treno del ritorno a Roma
 
Alla fermata Metro di Casalbernocchi, termina il Percorso B (km 19)

Appuntamento:
18 Aprile ore 9:00 al molo imbarchi battelli di Ponte Marconi
si raggiunge dal Lungotevere Dante, per prendere la motonave “Barca Jolly” per Ostia Antica

Andata:
      partenza dal Molo sul Tevere di Ponte Marconi – ore 9:30
arrivo
      ore 11:30
 
Ritorno:
      partenza Stazione Metro Acilia o Casalbernocchi – ore 16:00-17:00 (treno ogni 15’)
arrivo
      Roma: fermate Magliana, San Paolo e Piramide – 16:10-17:10 (tempo percorrenza ca. 20’)

ALTRE INFORMAZIONI
*Guida:
Romano Puglisi
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; tel. 339 63 26 714
*Prenotazione:
Per la prenotazione, inviare comunicazione alla guida, preferibilmente via mail, indicando il numero degli adulti, dei bambini con l’età e indicativamente la preferenza del percorso: A) fino ad Acilia (km 15) / B) fino a Casalbernocchi (km 19)
Non è previsto il pagamento anticipato, ma Vi chiediamo di rispettare la prenotazione, o di avvisare con un certo anticipo in caso di impedimenti improvvisi.
E’ chiaro che, essendo una iniziativa rivolta ai più piccoli, se il tempo è cattivo o molto incerto, l’uscita verrà rinviata ad altra data.
Grazie!
*Casco OBBLIGATORIO PER I BAMBINI, sia che pedalino sulla propria bici, sia che viaggino come passeggeri sul seggiolino della bici dei propri genitori.
Pranzo al sacco. Possibilità di mangiare al borgo di Ostia Antica.
*Costi:
Biglietto Battello, che comprende una merenda e il trasporto delle bici: 12,00 Euro adulti, 7 Euro i bambini e ragazzi fino a 12 anni (i bambini fino a 6 anni sul seggiolino non pagano)
Metro: 1,00 Eu + trasporto bici 1,00 = 2,00 Eu. (i bambini fino a 6 anni non pagano)
Ingresso al Castello di Giulio II°: gratuito
*Iscrizione: la partecipazione non è vincolata all'iscrizione associativa (25 Eubimbi solo 5 Eu), ma è gradita per chi volesse partecipare ad altre nostre uscite.
(l'iscrizione a Ostia in Bici-Fiab garantisce copertura assicurativa RC 24 ore su 24 in bici, anche al di fuori delle manifestazioni associative).
 
 
USCITE A MISURA DI FAMIGLIE CON BAMBINI
Questa, come altre uscite del calendario di Ostia in Bici, sono dedicate ai ciclisti più piccoli, tra i 6 e i 9 anni, in particolare, che sono già in grado di andare con la propria bici (purché senza rotelline di sostegno) ed anche se trainati con il Trail Gator (o altro sistema di traino equivalente). Sono graditi anche i bimbi trasportati sul seggiolino della bici del proprio genitore, in questo caso anche di età inferiore, che potranno così assaporare le prime esperienze escursionistiche.
Queste uscite hanno l’obiettivo di introdurre i bambini alla pratica cicloescursionistica, calandoci al meglio nella loro dimensione ludica-infantile. Si tratta, infatti, di percorsi che offrono un’alternanza di pedalate a momenti di svago per i bambini, in modo da stimolarne il gioco, la curiosità e il gusto della scoperta del mondo esterno. Tutto ciò tramite un mezzo di spostamento ideale che permette di evitare situazioni frustranti soprattutto per i più piccoli, come durante gli incolonnamenti dei consueti rientri domenicali in auto. Con la bici invece, è possibile mantenere uno stretto contatto diretto e più efficace con il contesto ambientale che andiamo ad esplorare. Il ricorso alla formula del Treno+Bici, o come in questo caso Battello+Bici, permette, inoltre, di percorrere rapidamente anche lunghe tratte, per raggiungere località adatte ad essere esplorate con il nostro mezzo, dove pedaleremo su strade e su distanze a misura di bambino.
Ci preme precisare che la partecipazione a queste gite non esclude i più grandi di età e gli adulti, ma si deve tener conto che i ritmi e i tempi di percorrenza sono dettati dalle esigenze dei più piccoli.
Romano Puglisi



 

 
7 aprile 1944 10 donne fucilate dai nazisti perchè volevano farina per i fìgli. PDF Stampa E-mail

7 Aprile 1944 - 7 Aprile 2010

Ricordando le donne del Ponte di ferro

Costruiamo insieme un luogo dedicato ad ogni donna resistente

Il 7 aprile del 1944 morivano, fucilate dai nazisti, dieci donne. Clorinda Falsetti, Italia Ferracci, Esperia Pellegrini, Elvira Ferrante, Eulalia Fiorentino, Elettra Maria Giardini, Concetta Piazza, Assunta Maria Izzi, Arialda Pistolesi, Silvia Loggreolo furono assassinate al Ponte di Ferro perchè insieme ad altri ed altre abitanti dei quartieri limitrofi avevano assaltato un forno. Volevano riprendere per la famiglia quella farina e quel pane che i fascisti negavano alla popolazione straziata dalla guerra, riservandolo ai tedeschi.
I loro corpi lasciati esposti sul luogo dell’eccidio dovevano scoraggiare chi intendeva ribellarsi, Ma il ricordo del loro coraggio è ancora oggi la forza di chi cerca giustizia.
Sullo stesso ponte un monumento , per lo più  sconosciuto  mantiene il ricordo di quelle donne. Attraverso la costruzione di un percorso storico, attraverso un continua e rinnovata lettura dei suoi contenuti, e la loro discussione in un racconto collettivo la memoria diviene elemento costitutivo del ragionare il presente e  del costruire il futuro

Il 7 aprile del 2010, vogliamo ricordare su quel monumento e su quel ponte il nome di ogni donna che ha resistito e resiste ai tanti soprusi quotidiani di cui sono vittime le donne nel nostro paese e nel mondo. Quella storia di resistenza ci appartiene ancora, non è finita. La resistenza delle donne è diventata pane quotidiano

Ricordare e Resistere  sarà parlare delle donne che ogni giorno resistono con i propri corpi, alla violenza fuori e dentro la famiglia,  alle guerre, alle privazioni, alla negazione di libertà e delle diverse forme di esistenze, al razzismo e ad ogni intolleranza.

Ricordarle sarà lasciare, su quel monumento e su quel ponte, insieme a quelli delle dieci donne scolpite sulla pietra, il nome di ogni donna resistente

 
Abbiamo realizzato il primo pozzo artesiano in Africa. Vogliamo farne altri. partecipate. PDF Stampa E-mail
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Abbiamo ricevuto le foto del primo pozzo artesiano realizzato in Burkina Faso a Timbo 40  km da Koudougou; volete contribuire a realizzarne altri?

Partecipate alle Cene che organizzo presso il Circolo Bnl di Roma, giovedì 27 maggio la prossima; costo 25 euro con serata, musicale, danzante, mostra fotografica, video, adozioni a distanza.

Per Pasqua, propongo di aiutare i  Nostri Fratelli Burkinabè a vaccinarsi dalla Meningite che fa una strage in questo periodo; costo 11 euro a vaccino, se volete aderire, fatelo sapere al sottoscritto, via email o per telefono: 065745431 3385708628.

A fine novembre chi vuole venire in Africa con me, per 10 giorni, siete i benvenuti; consultate il sito:

OASIS onlus.it di Enzo Missoni missionario Laico che da oltre 20 anni aiuta i Bambini Africani.

Maurizio Santoni 

 
Roma BIKE to Work Day Giovedì 13 maggio 2010 a Lavoro in Bici. PDF Stampa E-mail
 
 
·
[?]

Bike To Work Day 2009

SF Bay Area Bike to Work Day 2009 on Thursday, May 14. Dan and I rode from downtown San Jose to our office at Sun Microsystems in Menlo Park and hit about eight Energizer Stations along the way.

50 foto, 1 video | 1.195 visualizzazioni

elementi del 14 mag 2009.

Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Sue Young & Jerri Ann Meyer di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Hot dogs! di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Ellen Fletcher di richardmasoner
Dan and Cornelia di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Jerri Ann di richardmasoner
Dan and Kathy di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Cornelia di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 - Menlo Park di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Bike To Work Day 2009 di richardmasoner
Hot dogs! di richardmasoner
Bike To Work Day / Sun Microsystems di richardmasoner
One Less Lawyer in a Car di richardmasoner
Biking to the Bash di richardmasoner
Valet Bike Parking di richardmasoner
Bike Away From Work Bash di richardmasoner
Erin and Corinne di richardmasoner
Bike Away From Work Bash di richardmasoner
Jim Helmer di richardmasoner
Valet Bike Parking di richardmasoner
Bike Away From Work Bash di richardmasoner
Andy, Jerri Ann and ... I forget di richardmasoner
Ken Yeager di richardmasoner
Kit & Jakki di richardmasoner
Rob and Steve di richardmasoner
Parked bikes di richardmasoner
Parked bikes di richardmasoner
Parked bikes di richardmasoner
Parked bikes di richardmasoner
Parked bikes di richardmasoner

 
Iscriviti a un feed su questa pagina... Feed – Sottoscrivi il set "Bike To Work Day 2009"

 

 

 

 
Magnalonga 22 maggio: Partenza da Legambiente Capoprati e Tappe. totale circa 20 km PDF Stampa E-mail

 
iscriviti
Le Tappe
I Partners
I Promotori
I Produttori
Sponsor
Ufficio Stampa
Alexa Certified Site Stats for www.magnalonga.net
logo_facebook

2a MagnaLonga in bicicletta - Edizione 2010

 

 
Magnalonga 2010... Stiamo arrivando!
 
Per informazioni
Silvia Savarè 347.6864342
 
Diventa produttore   Diventa partner
 

Cos'è

 

La Magnalonga 2010!

L'idea prende spunto dalle numerose "Magnelonghe" (scusate la licenza) sparse in Italia, soprattutto a nord, che vedono un gruppo di persone passeggiare per boschi o per paesi alla scoperta delle sue bellezze e delle sue prelibatezze gastronomiche.

A questo si aggiunge il desiderio di riscoprire vie e piazze dei nostri quartieri poco conosciuti, nonché  le piccole associazioni e locali che li animano.

Come se non bastasse c'è  anche la degustazione di prodotti tipici e biologici dei produttori del territorio.

Ecco da dove nasce la Magnalonga…

Perché in bicicletta? Roma è bella in bicicletta, certo è una scelta non facile nè comoda, ma godersi una bella pedalata tra le vie delle città…non ha prezzo!

Se ne diventa dipendenti…c’è chi non riesce più a spostarsi con la macchina, che la trova il mezzo migliore, il più godereccio (la bici permette un contatto diretto con le persone, le località, i paesaggi, i suoni, gli odori e gli elementi naturali, una visione a 360°).

A costoro (e a tutti gli altri, anche gli automobilisti incalliti) è rivolta l'iniziativa "Magnalonga in Bicicletta" tra le spettacolari Ville Romane. 

L’appuntamento è per il 22 maggio 2010: si parte il pomeriggio per finire in bellezza con una grigliata e una festa sul Tevere. In totale 20 km, un giro ad anello che attraversa i più bei parchi della città (Villa Ada, Villa Borghese, Villa Glori) coinvolgendo associazioni di ciclisti come la Fiab e aziende di produttori locali. 
Sarà una di quelle giornate in cui ogni ciclista si renderà conto di non essere solo, di non aver fatto una scelta azzardata e un po' pazzerella, ma di far parte di una schiera di persone consapevole, decisa e sempre più numerosa.  
Che chiede a gran voce e sempre più a ragione di non dover più affrontare la strada come un campo di battaglia, ma che le sia dato sempre più spazio e sicurezza..  
 

COME SI SVOLGE?

L'appuntamento è alle ore 14.30 al circolo Legambiente CAPOPRATI a Via Capoprati 12/A.

Si partirà per un percorso in bicicletta, quest’anno tutto su pista ciclabile, che toccherà 3 grandi Ville romane (Villa Ada, Villa Borghese, Villa Glori). Qui le tappe.

Ci fermeremo in alcune tappe per sostare 20/30 minuti e degustare prodotti tipici, tradizionali e biologici offerti da produttori della provincia di Roma .

Il giro si concluderà  alle ore 21.00, con una cena finale!

Il percorso è di difficoltà  FACILE: alla portata di tutti, grandi e piccoli!

Sono consigliate biciclette da città o mountain bike (a breve maggiori dettagli)

PER ISCRIVERSI:  A breve saranno attivate le iscrizioni.

Per ulteriori informazioni puoi contattarci a  info@magnalonga.net Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Il tuo browser potrebbe non supportare la visualizzazione di questa immagine. - Silvia 347/6864342 
 

Le Tappe:

Attenzione: apre in una nuova finestra. 

Magnalonga 2010 - Le tappe

Il percorso si snoda quasi tutto sulle piste ciclabili del settore nord ovest di Roma, con tappe nei grandi parchi. La partenza è prevista dal Circolo Legambiente Roma Nord Capoprati (per chi non avesse la bicicletta si può usufruire del servizio di noleggio organizzato dal circolo).

Il luogo da cui parte e in cui arriva la Magnalonga 2010 è un posto incredibile, un paradiso verde nel cuore di Roma, situato sulla riva destra del Tevere, in prossimità del Foro Italico. La storia di questo luogo incantato parte alla fine degli anni '90: era un luogo completamente abbandonato al degrado, ma i volontari di Legambiente sono riusciti a renderlo un luogo bello e vivibile grazie alla campagna Puliamo il Mondo del 1996.

Oggi il Parco fluviale Capoprati è un attrezzato luogo di incontro per dibattiti e convegni sulle tematiche ambientali, di importanti eventi sociali e centro di educazione ambientale, meta di visite guidate e dove si svolgono progetti didattici per le scuole elementari e medie.

Uno spazio dove si possono svolgere attività di giardinaggio e cura del verde, di incontro ludico e di scambio culturale tra giovani e meno giovani, dove tutti possono passare qualche ora al fresco della folta vegetazione intrattenendo i bambini nell'area giochi attrezzata per partite di calcio e di green volley, dove è anche possibile noleggiare le biciclette.
 

Le tappe
 

PARTENZA: ore 15 da via Capoprati 12/A

•    Verso nord lungo via Capoprati, fino a Ponte Milvio

•    Si svolta a destra lungo la cilclabile di Viale Tiziano, Viale De Coubertin, Piazza Euclide, Viale Pilsudski

I TAPPA: VILLA GLORI con gazebo sito nel piazzale centrale alto (incrocio di Viale dei settanta e viale Mancini)

•    Viale della Moschea, Via Salaria

•    In via Salaria si scende dalla ciclabile per attraversare ed entrare nel parco all’altezza del numero 403 (ingresso Legambiente nazionale)

II TAPPA: VILLA ADA con gazebo sito in via Don Lorenzo Milani nel parco di villa Ada ( dove ci sono i giochi per i bambini)

•    Si scende nel parco fino al laghetto di Villa Ada bassa per entrare in un sentiero che sbuca su via Panama

III TAPPA: VIA PANAMA con gazebo nel parchetto adiacente all’ingresso di villa Ada

•    Da via Panama a piazza Ungheria, poi su Viale Rossini (entrata Bioparco)

IV TAPPA: VILLA BORGHESE con gazebo presso piazzale dei Daini

•    Viale delle Belle Arti, Ponte Risorgimento (riva destra del Tevere) fino a Capoprati

V TAPPA: CIRCOLO CAPOPRATI

•    Rinfresco finale


Totale circa 20 km: 80% asfaltato, 20% sterrato
 

 
<< Inizio < Prec. 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 Succ. > Fine >>

Pagina 226 di 241